SCUOLA I021/15 (Arcole-Vr)

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Comune di Arcole (Vr)

Realizzazione di una nuova scuola secondaria di primo grado e demolizione dell’edificio esistente

via Friuli, Arcole (Vr)

DATI GENERALI

Intervento: Lavori di realizzazione della nuova scuola secondaria di 1° grado Ubicazione: Comune di Arcole, via Friuli

Stazione appaltante: Comune di Arcole - Settore lavori Pubblici

Responsabile del Procedimento: arch. Rita Strapparava

STATO DI FATTO DEL LOTTO

La realizzazione della nuova scuola media è prevista sul lotto che ospita l'attuale scuola media, che dovrà essere demolita. La palestra invece verrà mantenuta (è previsto un intervento di ristrutturazione separato dal presente appalto) e dovrà essere funzionalmente collegata all'erigendo edificio.

Il lotto complessivo su cui si intende effettuare l'intervento è pari a 8.527 mq.

 

DIMENSIONAMENTO TEORICO DEGLI AMBIENTI

Dati di progetto:        

Numero alunni previsti: 300

Numero aule: 12 da 25 alunni

Palestra: esistente

ARTICOLAZIONE FUNZIONALE DEGLI SPAZI

Il nuovo edificio scolastico possiede forma compatta, articolata su un unico piano ed è caratterizzato da una organizzazione semplice degli spazi.

Presso la nuova scuola media sono state collocate le seguenti funzioni:

•      attività didattiche, suddivise in attività normali, speciali e musicali;

•      attività integrative;

•      attività complementari;

•      mensa e relativi servizi;

•      servizi igienici e spazi connettivi;

•      educazione fisica (solo spogliatoi).

Nell'organizzazione degli spazi della scuola media sono previste:

•      12 aule per le attività didattiche;

•      4 aule per l'insegnamento specializzato, con relativi spazi di deposito;

•      spogliatoi per atleti e per arbitri e servizi igienici con docce, divisi per sesso, e una rimessa per gli attrezzi;

•      uno spazio per uffici amministrativi;

•      aula insegnanti;

•      locale per il personale di servizio;

•      servizi igienici per alunni e per il personale docente e non;

•      archivio;

•      locale per deposito;

•      locale tecnico.

L'ingresso alla scuola riveste il carattere simbolico di luogo di incontro tra la scuola e la società. È facilmente controllabile dal personale non docente e offre un accesso ben individuabile e autonomo agli spazi amministrativi.

In funzione della necessità dì consentire un utilizzo flessibile degli spazi dell'edifico scolastico, si garantiscono accessi autonomi e indipendenti alla palestra, agli spazi per le attività integrative e parascolastiche e alla mensa.

Gli spazi riservati alle attività didattiche, in ragione dell'attuale complessità dei metodi di insegnamento, della possibilità di prevedere materie facoltative ed extrascolastiche, sono concepiti secondo le seguenti caratteristiche:

•      sono idonei allo svolgimento di diverse attività e sono in grado di adeguarsi alla possibilità di variazioni degli arredi e delle attrezzature;

•      consentono lo svolgimento sia delle attività individuali, sia delle attività di gruppo;

•      sono integrati sia spazialmente, sia visivamente con gli altri ambienti della scuola.

Le aule speciali si configurano come "spazi del fare" e hanno dimensioni tali da consentire lo svolgimento di attività comuni. I laboratori sono progettati con riferimento alle specifiche attività ivi svolte, prevedendo spazi, caratteristiche e predisposizioni tecniche necessarie, come do D.M. 18-12-75.

Gli spazi per la comunicazione e l'informazione assumono un carattere complesso per le attività che vi si svolgono, di tipo non solo didattico, ma anche gestionale, parascolastico e associativo, per i rapporti, cioè, che possono stabilirsi con la comunità cui la scuola si riferisce. Ne deriva che nell'edificio scolastico è previsto uno spazio polivalente per attività didattiche a scala di grande gruppo, spettacoli, assemblee, riunioni di genitori, ecc.; tale spazio è estremamente flessibile, per consentire la sua più ampia utilizzazione.

Gli spazi connettivi non sono intesi come semplici corridoi bensì come spazi relazionali, luoghi comuni agli alunni tali da favorire l'interazione tra scolari di diverse classi. La scuola è dotata di uno spazio dedicato alle attività motorie e sportive, accessibile direttamente dall'esterno per attività sportive anche in orario extra-scolastico. La palestra è in diretto contatto con i relativi spazi di servizio (spogliatoi e servizi igienici).

Particolare attenzione è stata posta alle cromie e allo studio delle caratteristiche tattili delle superfici interne.

AREA ESTERNA

Lo spazio esterno è parte integrante del progetto e continuazione ed estensione dello spazio interno. Prevede alternanze tra percorsi e spazi per lo svolgimento di attività all'aperto. L'area è recintata, con accessi facilmente sorvegliabili dal personale. È prevista una zona per lo stazionamento di genitori e allievi al fine di permettere un corretto flusso nei momenti di ingresso e uscita degli alunni.

È prevista la possibilità di accesso carrabile e di sosta agli utenti diversamente abili, al servizio di distribuzione dei pasti e ai mezzi di soccorso nonché al personale addetto alla manutenzione. La struttura è accessibile con facilità e in sicurezza in relazione alla viabilità esistente.

Nel progetto sono previste aree verdi con piantumazione di essenze arboree e arbustive autoctone (in gran parte già presenti nell’area e reintegrate all’interno del disegno delle pavimentazioni): gli alberi posti a dimora ad integrazione di quelle già esistenti sono identificate per essenza e localizzazione e i materiali usati per la pavimentazione delle parti scoperte non a verde sono stati scelti in modo da assicurare la permeabilità delle acque.

Le recinzioni che definiscono il confine dell’area, nuove ed esistenti, sono previste con altezza e materiali tali da garantire la piena sicurezza dei ragazzi.

 

STRUTTURA E MATERIALI

La struttura si ispira ai principi della bio-architettura e si configura come "architettura sostenibile", con elementi in grado di caratterizzare il contesto a cui si relaziona (in particolare con l’insieme delle funzioni urbane dell’ambito territoriale).

L’edificio stato progettato per essere certificato energeticamente in classe A+.

La struttura portante, l’involucro edilizio, e i sistemi di partizione interni, sono interamente realizzati con sistemi XLam (sistemi di pannelli in legno controlaminato). Tale tecnologia permette la realizzazione dell’intero edificio in tempi brevi, definiti e certi.

In considerazione dei ristretti tempi di esecuzione previsti la costruzione è interamente prefabbricata fuori opera con criteri altamente industrializzati.

I materiali di coibentazione sono stati individuati in coerenza con logiche di sostenibilità (fibra di legno).

I pacchetti di tamponamento perimetrale e di partizione interna garantiscono i valori di abbattimento acustico di legge, funzionalità degli ambienti e ottimali condizioni di comfort.

IMPRESE E PROGETTISTI

Nell'ambito dell'affidamento in appalto integrato per la progettazione definitiva ed esecutiva ed esecuzione dei lavori, il Costituendo Raggruppamento di Imprese

I.C.I. Impianti Civili Industriali Soc. Coop. a r.l. (Capogruppo)

Via Srebernic, 17 – 34077 Ronchi dei Legionari (GO)

DomusGaia S.r.l. (Mandante)

piazza Mazzini, 1 – 33019 Tricesimo (UD)

ha nominato il costituendo RTP

- STUDIO MONTANARI & PARTNERS SRL

- per. ind. CLAUDIO BERTINI

- arch. DANIELA LANDI

RESPONSABILI DEL PROGETTO DEFINITIVO

arch. Gabriele Nizzi

Coordinamento progettuale, Project Manager, Progettazione Opere architettoniche e civili, Coordinatore per la sicurezza

arch. Antonio Montanari

Responsabile dell’Integrazione delle attività specialistiche, Progettazione Opere strutturali

per. ind. Claudio Bertini

Progettazione Opere Impianti meccanici, elettrici e speciali

arch. Daniela Landi

Progettazione Sistemazioni aree a verde)

  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Twitter Icon

© 2017 by Jack-04, Proudly created with Wix.com